Lo scorso fine settimana si è corso ad Arma di Taggia, paesino ligure a pochi chilometri da Sanremo, gli ultimi due round degli Assoluti d’Italia di Enduro.

Il Motoclub Sanremo ha organizzato la gara nonostante le enormi e severe limitazioni dovute alla pandemia che sta attanagliando l’Italia. A poche settimane dal via del doppio round è stato spostato il paddock che inizialmente doveva essere nella zona del porto e successivamente anche la prova speciale ubicata nella spiaggia di Arma di Taggia è stata spostata di un paio di chilometri.

Nonostante tutto, gli organizzatori hanno confezionato una gara eccellente e anche se l’accesso al pubblico è stato vietato si è svolto tutto nel massimo rispetto delle norme.

In Liguria si è presentato solamente Andrea Verona che ha tentato in tutti i modi di vincere il titolo italiano nella classe 25 4T.

Lo score nelle due giornate di gara è di due secondi posti a pochi secondi dal primo nella classe 250 4T e di due quarti posti nell’Assoluta.

Il pilota veneto ha corso una gara eccellente ma senza spingere troppo e con la testa già nei prossimi due appuntamenti mondiali.

Archiviati gli Assoluti d’Italia di Enduro i prossimi due weekend si correranno gli ultimi due GP mondiali in Portogallo nei week end del 6-8 Novembre 2020 e 13-15 Novembre 2020.

ANDREA VERONA

“Qui ad Arma di Taggia ho provato a correre pensando di far meglio del mio diretto avversario e sperando in un miracolo per conquistare il titolo finale. Al termine dei due giorni di gara mi ritengo soddisfatto della mia prestazione e del mio stato di forma. Ora ci concentriamo per il doppio round del mondiale di enduro”