//Internazionali d’Italia Supermoto Round 3 Busca

Internazionali d’Italia Supermoto Round 3 Busca

Terzo appuntamento con gli Internazionali di Supermoto sulla pista Piemontese di Busca, caldo torrido ha messo a dura prova i piloti dopo le basse temperature degli ultimi giorni.

Solo 15 giorni fa sulla stessa pista è andato in scena il Campionato Europeo sotto il diluvio universale, con il sole e le alte temperature il Team Tm Factory Racing ha dovuto lavorare molto per trovare il giusto assetto.

Nelle qualifiche Thomas Chareyre non è riuscito a trovare la zampata vincente per portarsi a casa la pole position, Thomas per tutta la gara non è riuscito a trovare il giusto setting per essere veloce e preciso come al suo solito. Diego Monticelli ha chiuso la sua qualifica in sesta posizione.

Al via di Gara 1 Thomas fa muovere di qualche centimetro la sua Tm a semaforo rosso non ancora acceso e la direzione gara gli ha inflitto 15 secondi di penalità.

Chareyre al via non è riuscito a portarsi al comando e si è messo nella scia del leader, Thomas ci ha provato fino sotto la bandiera a scacchi ma non è riuscito a trovare il varco giusto e in sicurezza per porarsi al comando. Il Francese anche con la penalità ha concluso al secondo posto.

Monticelli al via è stato scaraventato a terra da un avversario, Diego ripartito ultimo ha messo in pratica una grande rimonta chiudendo sesto.

Nella seconda manche Thomas Chareyre ci ha provato subito al via alla prima curva ma il suo avversario è stato bravo a chiudergli la porta. Chareyre nella prima parte di gara ha tentato in tutti i modi di portarsi al comando fino a quando un piccolo errore gli ha fatto perdere qualche metro. Thomas ha così deciso di non rischiare e di concludere al secondo posto.

Monticelli ha messo in scena una grande manche, partenza incredibile che lo ha portato subito in terza posizione, Diego è riuscito a tenere un ritmo di gara ottimo che gli è valsa la terza posizione finale.

Thomas Chareyre è comunque ancora leader di campionato.

Alex Serafini Team Manager:Per noi Busca è sempre stata una pista ostica e abbiamo sempre faticato, ma grazie al grande lavoro del Team siamo riusciti a stare molto vicino ai nostri avversari. Thomas ci ha provato a vincere ma lui sa benissimo quali sono i nostri obbiettivi e su questa pista per cercare il sorpasso bisogna rischiare e non era il caso di esagerare. Peccato per la scivolata in gara 1 di Diego che ha compromesso la sua gara. Continuiamo a lavorare per prepararci per le prossime gare.”

2019-06-03T17:58:29+00:003 Giugno 2019|Racing|