//MXGP of Latvia

MXGP of Latvia

Il settimo appuntamento del Mondiale Motocross si è svolto in Lettonia sulla pista di Kegums, tracciato sabbioso ma dal fondo duro, per l’edizione 2018 si è deciso di cambiare il senso di marcia facendo diventare la pista ancora più tecnica e difficile. Il gran caldo ha fatto da sfondo a questo appuntamento mondiale creando diversi problemi ai piloti.

Per il Team Tm Factory il fine settimana è iniziato subito nei migliori dei modi, Samuele Bernardini e Max Nagl si sono subito trovati a loro agio e nelle qualifiche hanno ottenuto il nono tempo nella MX2 e il settimo nella MX1.

Al via della gara di qualifica della Mx2 Samuele Bernardini alla prima curva è rimasto vittima di una caduta di gruppo, ripartito in ultima posizione ha recuperato fino alla 18° posizione.

In gara 1 Samuele ha messo in scena una partenza perfetta e al primo giro transitava in quinta posizione. Il forte pilota toscano ha tenuto un ritmo altissimo per tutta la gara purtroppo negli ultimi giri a causa della stanchezza ha dovuto alzare il ritmo chiudendo con un grandissimo settimo posto.

Nella seconda manche Samuele ha patito il grande caldo e il grande sforzo della prima manche e in partenza non è riuscito ad avere un buono spunto, Bernardini ha cercato di tenere un ritmo che gli potesse valere la top ten ma ha dovuto accontentarsi della 14° posizione.

Max Nagl in gara 1 alla partenza non è stato incisivo perdendo alcune posizioni, Max nei primi giri non è riuscito ad essere aggressivo cercando di non commettere errori, diversi piloti sono incappati in cadute che hanno compromesso tutta la gara. Nagl ha comunque tenuto un buon ritmo che lo ha visto finire 12°.

In gara 2 Max non è riuscito a patire bene e alla prima curva ha perso diverse posizione, purtroppo la pista si era trasformata in un “inferno di sabbia”, Max comunque non si è tirato indietro ed è riuscito a recuperare qualche posizioni chiudendo 13°.

Solo qualche giorno di pausa e poi si torna in pista per la tappa Tedesca a Tschental.

Marco Ricciardi commenta così la gara: ”Gara abbastanza complicata da tutti i punti di vista, abbiamo lavorato molto con Nagl per cercare di adattare la moto a questa pista e forse non siamo riusciti a trovare il giusto setting per poter raccogliere quello che ci aspettavamo, abbiamo spinto molto ma i risultati non sono buoni. Max ha fatto come sempre un ottimo lavoro cercando di stare con i primi ma non è andata come volevamo ma siamo contenti dal lavoro svolto. Adesso ci sarà la gara di casa per Max e lui sarà molto carico e speriamo di riscattare il risultato di oggi. Abbastanza bene la prima manche di Samuele con un settimo posto che ci ha dato morale, invece disastrosa la seconda gara e non sono per niente contento ha avuto un calo che non si può permettere un pilota professionista che lo ha portato dalla nona alla 14° con distacchi molto elevati, siamo in crisi e dobbiamo riscattare una stagione partita male e deve lavorare per cambiare questa situazione.”

2018-05-16T09:36:47+00:0014 Maggio 2018|Racing|