//MXON USA

MXON USA

Si chiude la stagione mondiale negli Stati Uniti per il Trofeo delle Nazioni, il team Tm Factory è al fianco di Max Nagl e la squadra tedesca.

Il maltempo ha reso la pista di Red Bud ancora più insidiosa e difficile del previsto, Max che ancora non è al 100% delle sue condizioni fisiche dopo l’infortunio al dito della mano ha messo in pista tutto il suo talento e bravura.

Nagl nelle prove libere si è subito trovato a suo agio sul fango americano riuscendo a trovare il giusto feeling.

Al via della manche della categoria Open Max è un fulmine a uscire dal cancello andando a centrare la hole-shot, grazie all’ottimo risultato suo e dei sui compagni ha portato la nazionale tedesca a qualificarsi al quarto posto.

Nelle gare domenicali Nagl è sceso in pista in gara 2 insieme al suo compagno della Mx2, all’abbassarsi del cancello Max mette in scena un’altra grandissima partenza portandosi subito nelle posizioni di vertice, sfortunatamente nel corso del primo giro è incappato in una scivolata che lo ha visto transitare in 36° posizione, Nagl non si è perso d’animo e con una grandissima rimonta ha chiuso all’ottavo posto facendo segnare tempi da top tre.

Nella terza e ultima manche Max ha dato letteralmente spettacolo, dopo un’altra grandissima partenza si è portato al sesto posto e nei primi giri è riuscito a mettere a segno diversi sorpassi fino ad arrivare ad agguantare il terzo posto, Max ci ha provato a spingere per cercare di andare a prendere i primi ma a causa della sua condizione fisica non ancora al top ha commesso un errore che gli ha fatto perdere alcune posizioni chiudendo al sua gara con l’ottava piazza.

Si chiude una stagione dove il team Tm Factory e Max Nagl hanno dimostrato con questo grande risultato il grande lavoro di sviluppo fatto in tutto il 2018.

Marco Ricciardi commenta così la gara:”Abbiamo chiuso nei migliori dei modi una stagione travagliata a causa dell’infortunio di Max, sapevamo di aver fatto un ottimo lavoro di sviluppo della moto insieme al nostro pilota e questa è stata la conferma, non è stato un nazioni fortunato per Nagl però ha dimostrato di essere velocissimo. Nella sua prima manche è riuscito ad agguantare il terzo posto facendo segnare dei tempi incredibili. Grandissimo Max e la Tm, qui in America si è distinta ed ha fatto vedere il suo valore dal punto di vista tecnico, l’infortunio penalizza ancora il nostro pilota che con il passare dei minuti perde forza e un errore ci può stare. Voglio ringraziare Max per il grande lavoro fatto, tutti i ragazzi che hanno lavorato in questa stagione facendo crescere tutto il team e siamo molto contenti di aver chiuso la stagione con questo risultato.”

2018-10-08T17:47:20+00:00 8 Ottobre 2018|Racing|