Il Campionato Italiano Pro Prestige ha preso il via dal Maggiora Park, uno degli impianti storici del nostro Paese. Grande organizzazione per un torneo che diventa di anno in anno sempre più professionale.

Il nostro Emilio Scuteri, sempre in sella alla sua TM 250 Twin FI tornava in gara dopo la tappa di Europeo di Mantova ed ha sicuramente mostrato dei passi avanti a livello fisico.

Nelle cronometrate del sabato ha dovuto attendere gli ultimi minuti per riuscire ad effettuare un giro buono e si è piazzato quinto del suo gruppo. Un risultato che lo ha penalizzato nella scelta del cancelletto di partenza.

La domenica al via di gara uno riesce a scattare nonostante tutto bene e si ritrova a ridosso della top five sin dalle prime battute. Il gruppo di testa ha un gran ritmo ed Emilio deve attendere qualche minuto prima di attaccare. Nelle battute finali riesce ad agguantare la quarta posizione e deve accontentarsi di mantenerla fino al termine.

Nella seconda manche lo start non è dei migliori e lo tiene fuori dalla top ten. Il nostro pilota non si perde d’animo ed inizia la sua rimonta che lo porta fino a ridosso della sesta piazza. Proprio all’ultimo giro, nel tentativo di attaccare, viene a contatto con un altro pilota e perde un paio di posizioni terminando ottavo.

Con questi risultati ha terminato al sesto posto l’assoluta di giornata della Elite MX2, medesima la posizione che ora occupa in campionato. Il potenziale per entrare almeno nei primi cinque c’è tutto, questa volta è mancata anche un pizzico di fortuna.

Prossimo impegno per lui ed il team Steels Dr Jack – TM Racing è già fissato per il prossimo fine settimana. Si va in Portogallo per la seconda tappa dell’Europeo EMX250.

EMILIO SCUTERI: “E’ stata una prima prova di Italiano abbastanza positiva. Nelle crono del sabato sono riuscito a fare il tempo solo nel finale e questo ha compromesso un po’ gli start della domenica. In gara uno sono partito abbastanza bene, peccato che quando sono riuscito a passare in quarta posizione gli altri se ne erano andati. Ho sofferto anche un po’ per l’indurimento delle braccia. Nella seconda manche mi sentivo bene ma ho fatto una partenza disastrosa. Sono risalito forte ma nelle ultime battute mentre stavo attaccando per la sesta piazza sono stato centrato involontariamente da un altro pilota e sono caduto. Alla fine un ottavo posto nella manche ed il sesto in campionato. E’ stato sicuramente un ottimo test in vista del Portogallo, speriamo di arrivarci in una forma ancora migliore. Grazie al team, alla TM ed a tutti quelli che mi aiutano e sostengono”.